La luna e il frutteto

La luce lunare influenza la maturazione dei frutti che devono essere raccolti al momento opportuno.

ll ciliegio per fruttificare bene ha bisogno del plenilunio seguito da temperatura mite e asciutto.

Prugne e albicocche vanno piantate con Luna crescente e | loro frutti raggiungono il pieno sviluppo in prossimità della Luna piena, quando il tenore zuccherino dei frutti è al massimo.

II pesco è particolarmente sensibile ai raggi lunari che influiscono in maniera rilevante sulla vellutatezza della buccia e la fragranza della polpa.

Il mandorlo è particolarmente predisposto alla fase di Luna crescente, tanto che i suoi fiori si aprono al primo quarto.

Noce e nocciolo risentono degli effetti lunari: una luminosità troppo intensa secca le foglie, mentre sopportano meglio la luce della Luna calante.

Per una migliore osservabilità di noci é nocciole la raccolta va eseguita in Luna calante.

La potatura degli alberi da frutto, specie se molto vigorosi, va eseguita in Luna calante: in questo periodo Ia linfa affluisce meno all'interno delle piante.

Gli innesti sono pur sempre ferite che arrechiamo al vegetale, di conseguenza ci regoleremo come la potatura, ossia innestando in Luna calante,